Eccellenti prestazioni cliniche a lungo termine delle corone IPS e.max CAD

13 febbraio 2019

Eccellenti prestazioni cliniche a lungo termine delle corone IPS e.max CADLo studio di D. Fasbinder (School of Dentistry, University of Michigan) mostra che, nell’arco di dieci anni, è stato necessario sostituire soltanto due corone in ceramica integrale a causa di una frattura. Il tasso di sopravvivenza di IPS e.max CAD è pari al 93,3%.

Scopo dello studio era la valutazione delle prestazioni cliniche a lungo termine di corone IPS e.max CAD, inserite nel corso di un’unica seduta con tre diversi materiali di cementazione.

Sono stati utilizzati un composito automordenzante (Multilink Automix, n = 23), un cemento autoadesivo sperimentale (n = 39) e un cemento composito autoadesivo (SpeedCEM) (n = 38).

Due valutatori indipendenti hanno valutato le corone in vetroceramica a base di disilicato di litio al momento dell’inserimento applicando i criteri USPHS modificati.

Risultati

Sintesi dello studio
È stato necessario sostituire soltanto due corone a causa di una frattura. Le corone IPS e.max CAD hanno mostrato risultati estremamente positivi nell’uso clinico per un arco di tempo di dieci anni.

Sintesi dei dati clinici
IPS e.max è stato sostenuto da studi scientifici fin dall’inizio. Numerosi illustri esperti di tutto il mondo hanno fornito il proprio contribuito alla creazione di un eccellente database attraverso i loro studi clinici. Sia per il disilicato di litio che per l’ossido di zirconio il tasso medio di sopravvivenza è pari al 96 per cento.

Studi correlati
Scientific ReportL’IPS e.max Scientific Report riassume tutti i risultati degli studi in vivo e in vitro. Sono inclusi anche tutti i dettagli dello studio di D. Fasbinder.

 

Fonte: IPS e.max, Scientific Report, Vol. 03/2001-2017
Immagine nel titolo: Immagine Ivoclar Vivadent
 

Scopra di più

Download Scientific Report