Qual è l’affidabilità di IPS e.max Press e IPS e.max CAD?

6 febbraio 2019

Lo studio di K. A. Malament mostra che tra tutte le vetroceramiche utilizzate, IPS e.max CAD / Press ha fornito i migliori risultati in assoluto, con un tasso di sopravvivenza del 99,75% in un intervallo di osservazione poco superiore ai dieci anni.Lo studio di K. A. Malament mostra che tra tutte le vetroceramiche utilizzate, IPS e.max CAD / Press ha fornito i migliori risultati in assoluto, con un tasso di sopravvivenza del 99,75% in un intervallo di osservazione poco superiore ai dieci anni.

Nel quadro di questo studio, dal 1983 sono stati utilizzati oltre 6000 restauri in ceramica integrale. Sono descritti quattro diversi tipi di ceramica:

  • Dicor/Dentsply Sirona (n = 1504)
  • In-Ceram/Vita (n = 330)
  • IPS Empress (n = 2133)
  • IPS e.max Press o CAD (n = 2364)

Le registrazioni relative a Dicor sono state condotte a partire dal 1983, per In-Ceram dal 1990, per IPS Empress dal 1992 e per IPS e.max dal 2005.

 Le registrazioni relative a Dicor sono state condotte a partire dal 1983, per In-Ceram dal 1990, per IPS Empress dal 1992 e per IPS e.max dal 2005.

Aspettative superate
Sebbene il periodo di osservazione più breve sia stato di poco superiore a dieci anni (128 mesi), in questa ampia panoramica i restauri in disilicato di litio realizzati con IPS e.max Press e IPS e.max CAD hanno mostrato il più alto tasso di sopravvivenza, pari al 99,75%. Secondo K. A. Malament, i materiali hanno soddisfatto o addirittura superato tutti i requisiti clinici ritenuti ideali nella prassi clinica.

Fonti: IPS e.max, Scientific Report, Vol. 03/2001-2017, http://www.dentistrytoday.com/articles/10123

Successo confermato da dati clinici
Scientific_ReportIPS e.max è stato sostenuto da studi scientifici fin dall’inizio. Numerosi illustri esperti di tutto il mondo hanno fornito il proprio contribuito alla creazione di un eccellente database attraverso i loro studi clinici. Sia per il disilicato di litio che per l’ossido di zirconio il tasso medio di sopravvivenza è pari al 96 per cento. L’IPS e.max Scientific Report riassume tutti i risultati degli studi in vivo e in vitro.

 

Scopra di più

Download Scientific Report