Sistema IPS e.max: tasso di sopravvivenza del 96%

Per nessun materiale dentale l'affidabilità clinica è così ben documentata come per IPS e.max. Il nuovo Scientific Report presenta i risultati ottenuti in sedici anni dagli studi più importanti.

17 settembre 2018

Per nessun materiale dentale l'affidabilità clinica è così ben documentata come per IPS e.max. Il nuovo Scientific Report presenta i risultati ottenuti in sedici anni dagli studi più importanti.Di seguito una sintesi del tasso medio di sopravvivenza dei materiali IPS e.max:

IPS e.max Press (LS2)
IPS e.max PressIl periodo di osservazione degli studi clinici va dai tre ai dieci anni ed ha riguardato corone e/o ponti cementati - a seconda dello studio - con tecnica adesiva, autoadesiva o convenzionalmente.

IPS e.max CAD (LS2)
IPS e.max CADIl periodo di osservazione degli studi clinici va dai tre ai dieci anni ed ha riguardato corone e/o ponti cementati - a seconda dello studio - con tecnica adesiva o autoadesiva.

IPS e.max ZirCAD (ZrO2)
IPS e.max ZirCADIl periodo d'osservazione degli studi clinici va dai due ai cinque anni. A seconda dello studio sono stati prese in esame corone e/o ponti.

Il sistema più utilizzato: la ceramica integrale1

Il sistema IPS e.max ha caratterizzato a lungo il mercato dentale. L'elevata estetica, combinata con le ottime caratteristiche meccaniche e l'ampia tolleranza di lavorazione hanno prodotto un'elevata soddisfazione dei clienti e risultati clinici straordinari. I risultati parlano da soli: sia per il disilicato di litio che per l'ossido di zirconio il tasso medio di sopravvivenza è del 96 per cento.

Per ulteriori informazioni sugli studi su IPS e.max legga Scientific Report Vol. 3 / 2001 - 2017, scaricabile gratuitamente.

1 in base ai dati di vendita

Scopra di più
Download Scientific Report
Vorrei essere fra i primi ad avere ulteriori informazioni!
Social Links
Vorrei essere fra i primi ad avere ulteriori informazioni!